Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

L’Italia per i diritti umani

Quest’anno l’Italia torna al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite (UNHRC) per un nuovo mandato triennale. Dopo due mandati negli ultimi dieci anni, l’Italia è stata rieletta lo scorso ottobre per il mandato 2019-21, con il maggior numero di voti del WEOG (gruppi Europa occidentale e Altri). Durante il suo mandato, l’Italia concentrerà in particolare su alcune questioni prioritarie, tra cui: la lotta a tutte le forme di discriminazione, il rispetto dei diritti della donna e dei bambini, la moratoria universale sulla pena di morte, la libertà di confessione e la protezione delle minoranze religiose, la protezione del patrimonio culturale e religioso, e dei difensori dei diritti umani.