This site uses technical, analytics and third-party cookies.
By continuing to browse, you accept the use of cookies.

Preferences cookies

TANZANIA. INCONTRO CON LA SOCIETA’ CIVILE ITALIANA A IRINGA.

L’Ambasciatore Marco Lombardi ha riunito ieri i rappresentanti della Società Civile Italiana che operano a Iringa. Erano presenti i rappresentanti del CUAMM, dell’OIKOS, del Laboratorio Dream di Sant’Egidio, del CEFA, del COPE, dell’IBO, di CALL AFRICA, delle Suore ed i Padri Missionari della Consolata, dei Frati Minori Rinnovati della Missione di Pomerini, delle Suore Missionarie ALM, del NYUMBA ALI e dell’Associazione Veneto Tanzania (ASVET). L’incontro, svoltosi presso Mama Iringa, ha rappresentato un utilissimo momento di confronto tra Missionari e Organizzazioni della Società Civile che operano in Tanzania e l’Ambasciata d’Italia a Dar es Salaam. Nel corso dell’evento, l’Ambasciatore Lombardi, alla presenza del Nunzio Apostolico, Mons. Angelo Accattino, e del Vescovo di Iringa, Mons. Tarcisius J.M. Ngalalekumtwa, ha provveduto alla consegna delle insegne e dei diplomi magistrali dell’Ordine della Stella d’Italia nei gradi di Ufficiale e Cavaliere graziosamente concessi dal Signor Presidente della Repubblica, Professor Sergio Mattarella, a Suor Adolfina Dotta e al Signor Augusto Zambaldo. Nel leggere le motivazioni, Lombardi ha avuto parole di encomio per l’attività di Suor Adolfina che, novantaduenne, continua a dirigere una scuola di formazione nel settore della ristorazione e dell’accoglienza per le orfane di Iringa e per quella di Augusto Zambaldo che, con la sua ASVET, è riuscito a creare l’officina ortopedica, il reparto di terapia intensiva e la sala di sterilizzazione presso l’Ospedale Regionale di Iringa.