Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

ITALIAN SCREENS FA TAPPA A ZANZIBAR

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), Cinecittà per la Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del Ministero della Cultura (DGCA-MiC) e Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Dar es Salaam presentano ITALIAN SCREENS, nell’ambito dello Zanzibar International Film Festival.
ITALIAN SCREENS è un’iniziativa per promuovere all’estero il meglio del cinema italiano, per creare un pubblico che apprezzi le grandi produzioni del momento, ma anche per presentare agli operatori locali il meglio di ciò che il nostro cinema ha da offrire al fine di incentivare sia la distribuzione dei film italiani che le coproduzioni.
ll programma a Zanzibar prevede, il 28 giugno, le proiezioni di “Le otto montagne” Felix Van Groeningen e Charlotte Vandermeersch, “Acqua e anice” di Corrado Ceron, “Brado” di Kim Rossi Stuart, e “Soul Travel” di Guia Zapponi, alla presenza della regista.
“ITALIAN SCREENS ha l’obiettivo di conquistare nuove quote di mercato nei paesi dove il cinema italiano ha una presenza consolidata ma, soprattutto, di esplorare e conquistare posizioni in mercati emergenti, cose che non sarebbe possibile ottenere senza la qualità dei film garantita dall’Accademia dei David di Donatello e il prezioso lavoro sul territorio svolto dalle Ambasciate, dai Consolati e dagli Istituti Italiani di Cultura. Ringrazio l’Ambasciatore Marco Lombardi per aver accolto con entusiasmo l’iniziativa a Zanzibar” ha dichiarato Roberto Stabile, ideatore e responsabile del progetto.
ITALIAN SCREENS si somma al programma ideato in occasione del Festival italiano “Tusherekee Italia” che prevede, nella stessa giornata, la proiezione di “Gente Strana” il mocumentary di Marta Miniucchi che consentirà al pubblico di conoscere da vicino l’importante attività del CEFA ad aiuto dei più deboli in Tanzania. Inoltre, la Cineteca di Bologna effettuerà un seminario di formazione sulle tecniche di restauro delle pellicole cinematografiche.
L’Ambasciatore Marco Lombardi, nel ringraziare i partner per l’importante iniziativa, ha sottolineato “Appare sempre più opportuno promuovere il cinema italiano presso i mercati emergenti che guardano con grande attenzione alle nostre pellicole di qualità: la presentazione di cinque film italiani allo ZIFF ne è una prova tangibile”.